Le esperienze di Pascal Forthuny alla S. P. R.
Luce e Ombra 1931

Nel maggio e nel giugno 1929 lo scrittore e chiaroveggente francese Pascal Forthuny, che i nostri lettori conosceranno per quanto già avemmo occasione di riferire intorno alle sue facoltà, tenne alcune sedute a Londra, per invito della Society for Psychical Research. Una nota critica di Th. Besterman, apparsa sul « Journal» della suddetta Società, provocò il vivo risentimento del Forthuny, che nei numeri di ottobre, novembre e dicembre, 1930, e in quelli di gennaio, febbraio, marzo e aprile, 1931, dell’ « International Psychic Gazette », ha riferito ampiamente intorno alle sue esperienze, non senza assumere un atteggiamento abbastanza ostile nei confronti della S. P. R. Nel fascicolo di febbraio dei « Proceedings » di quest’ultima, il dr. V. J. Woolley, forse per attenuare la sfavorevole impressione prodotta dalle pubblicazioni del Forthunv, espone con sufficiente abbondanza di particolari i «casi» più salienti di quelle sedute, e il Forthuny stesso, concludendo i suoi resoconti, prende atto con piacere di questa resipiscenza, e si dichiara, in complesso, soddisfatto. Occorre aggiungere che, pur mantenendo la propria posizione ostile nei confronti del sig. Besterman, il chiaroveggente francese sin dall’inizio aveva dichiarato che la S. P. R. si era comportata, nei suoi riguardi, con la massima amabilità, e che il suo soggiorno in Inghilterra era stato, da questo punto di vista, assai piacevole.
Nell’impossibilità di citare in extenso i casi su cui lo stesso Forthuny si è soffermato nei citati numeri dell’ « International Psychic Gazette », ci limitiamo a riferire i più salienti, col soccorso di questa rivista e dei « Proceedings » della S. P. R.
Le esperienze del Fortunv furono di tre specie : sedute pubbliche, sedute private, esperimenti di psicometria.
Da una delle prime citiamo i seguenti casi di chiaroveggenza:

1. Il F. esprime la strana impressione che una persona presente, a cui si rivolge, abbia avuto a che fare di recente col mondo Asiatico. (Si, con l’Estremo Oriente in particolare, per tre anni). F. : Qualcuno da voi ben conosciuto, in Asia, è morto di una ferita qui [indicando la regione addominale] o per malattia organica. (Sì; si tratta di un amico Cinese, che venne mortalmente ferito in guerra nel fronte orientale…).

2. F. : Vedo la cifra di 12.000 sterline; mi sembra si riferisca ai vostri affari in Asia. (Nota del dott. Woolley: un signore seduto immediatamente dietro al precedente informa di aver trascorso molti anni in India, e di aver effettivamente versato, alla fine di quel periodo, la somma di 12.000 sterline).

3. In una seduta privata il F. dice ad una consultante: « Una signora che di mestiere cuce o fa la sarta, le cui occupazioni si riferiscono agli abiti, vi ha detto qualcosa di inesatto o vi ha preso della stoffa… Siete rimasta male, disgustata… P, P, Paterson, Peterson: c’è una strada così chiamata? Una strada di Londra come Peter…son? » (Tre giorni dopo la consultante, a cui la sartoria Peter Robinson stava preparando un vestito, constatò che uno scampolo di stoffa non le era stato restituito insieme all’abito, per inavvertenza. Peter… son è forse un’approssimazione per Peter Robinson).

4. Sempre in seduta privata, il F. dice a un’altra consultante: « Il mese di novembre, o quello di dicembre, hanno per voi un significato speciale? Una persona che vi è molto legata sta per giungere da lontano in casa vostra, e vi manifesterà le sue preoccupazioni intorno alla propria salute. La vedo arrivare; in segreto essa è molto più preoccupata di quanto non faccia apparire» (Risposta: Mia sorella arriverà in dicembre dall’Argentina con la propria famiglia. Ha avuto ultimamente, per la prima volta in vita sua, delle noie riguardo alla salute. Potrebbe essere preoccupata, ma sarebbe conforme al suo carattere di non dir nulla in proposito »). F.: « E’ più preoccupata di quanto non dica a voi, ma forse voi avete indovinato quanto lo sia. Essa ha avuto l’esempio di una persona amica affetta dallo stesso male, e si è spaventata… (Risposta: « Ha avuto vari attacchi assai forti di calcolosi. Strano a dirsi, mia madre, per la prima volta in vita sua, ha avuto un attacco molto grave della stessa malattia: si era pensato a un’operazione, ma fortunatamente non ve n’è stato bisogno. E’ possibile che mia sorella tema la necessità di un’operazione a suo riguardo, se i disturbi si protraggono ») F.: «Le sono state proibite varie qualità di cibo » ( Risposta: « Verissimo : è costretta a una dieta rigorosa »).

5. In una esperienza di psicometria, infine, vennero consegnati al F. due oggetti. « Il primo », scrive il dott. Woolley « era un pezzo di canevaccio, di circa 5 centimetri per 10; aveva appartenuto all’involucro di un dirigibile Zeppelin, colpito e fatto cadere a Cuffley il 3 settembre 1916. Esso era chiuso in un astuccio, da un lato del quale era stata praticata una fessura oblunga di circa cm. 3,5 per 2, in modo che il pezzo di stoffa potesse esser visto e toccato da una parte, ma non dall’altra. Il lato visibile presentava una superficie ruvida, l’altro era rivestito di una sostanza impermeabile. Quando lo esaminai prima della seduta, mi sembrò un pezzo di pneumatico da bicicletta ».

Preso in mano l’oggetto, il F. disse: « Mi trovo in una via splendente di sole; vengo trasportato; domino le cose dall’alto. Sento i nomi Michael…Hardy, un nome che termina in -man. Ho l’impressione di uno scoppio di tuono, di uno spaventoso turbine. Non posso definire esattamente. Procedo innanzi. Vedo un uomo che combatte, stremato… » (Il dott. Woolley nota l’esattezza di ogni particolare, compresi quelli dei nomi Michael e Hardy, due persone dell’equipaggio ben note a Mrs. Brackenbury, che aveva fornito l’oggetto).
L’altra esperienza, relativa a un pezzo d’alluminio di un altro dirigibile, abbattuto in circostanze analoghe, ebbe anch’essa esito positivo. Il dottor Woolley considera questi ultimi esperimenti come i migliori della serie, in altra parte della sua relazione egli si dichiara, d’altronde, pienamente convinto delle facoltà sopranormali del Forthuny.
EMILIO SERVADIO.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Content is protected !!